Linux? Profuma di libertà!

A me piace Linux per vari motivi,ma soprattutto per lo spirito che genera.
In che senso? Tutto quello che ruota attorno a Linux ha un sapore di scoperta della verità, di emancipazione, di condivisione, di aiuto reciproco e anche di parecchio entusiasmo.
In pieno spirito web si condividono soluzioni,idee,suggerimenti; questo perché oltre che utenti siamo dei supporter del pinguino! Sapere di poter contare su community, forum, pagine facebook, wiki ,video tutorial,mailing list, bot Telegram etc. dà una grande tranquillità che ci permette di sperimentare ulteriormente e di alzare l’asticella della nostra conoscenza ancora più in alto. E molto spesso ci sentiamo spinti ad aiutare altri che sono alle prime armi o non ancora ferrati in specifici ambiti. Chi usa Linux non sarà mai solo!
Un vortice ascensionale di positività come pochi se ne trovano in questo vecchio mondo.
Tutto questo non ha prezzo,ma un bellissimo risultato: software per tutte le esigenze,sicuro, funzionale,libero. con ampia assistenza. E, il che non guasta, nella stragrande maggioranza dei casi risulta essere gratuito.
Come avrete capito non sono preoccupato di quella che alcuni chiamano “frammentazione”.
Questa grande voglia di fare ,che produce GNU/Linux, è giusto che sia lasciata sfogare nella creazione di ambienti grafici, fork, remix e chi più ne ha più ne metta.Sono competenze che si sommano, si aggiungono. Stimoli!
Pensate che secondo la mia opinione, ad esempio, usare il DE di deepin in Arch o Manjaro fa parte di quelle cose che ci elevano nettamente dal “resto del mondo”;impensabili per utenti delle finestre o della mela rosicchiata(“mancante di una parte” ah ah). Sarebbe anche difficile da spiegare,ad un neofita, che si può benissimo usare solo una parte di un sistema operativo. E si, la parte che si desidera!Poi che ci sia di meglio che il DE di deepin su Arch,non si discute!
Qualcuno penserà ad un mero capriccio, ho visto storcere il naso per qualcuno che al contrario ha installato Cinnamon sulla distribuzione deepin, ma è proprio questo quel profumo di libertà che fa innamorare di GNU/Linux tutti coloro che ne colgono lo spirito.
Non si tratta di essere hacker o cracker,ma di realizzare i propri desideri, di soddisfare le proprie necessità a livello informatico. Poi,con Linux, nulla è per sempre.
Si, perché tutto è liberamente migliorabile!

Interagisci sui social:

CC BY-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.

Giuliano Zamboni

Appassionato di Open Source, buona cucina e pallacanestro.
Arch Linux è la mia distro.
Sono cofounder di Linux Hub

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: